Chiesa Cristiana Protestante in Milano, Via Marco De Marchi 9, 20121 Milano - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel. 02-655.28.58

In che cosa crediamo

La Bibbia1) Noi crediamo nel solo, invisibile ed onnipresente Dio, come lo testimoniano le esperienze delle persone che troviamo raccolte nell’Antico e nel Nuovo Testamento. Per noi Egli è la causa prima di tutto l’essere ed il creatore di questo nostro mondo.
 
2) Noi crediamo che Dio si sia mostrato nell’ebreo Gesù di Nazareth agli uomini senza precedenti. Nelle sue parole e nel suo agire egli era così vicino a Dio, che noi lo chiamiamo il figlio di Dio. Seguendolo nella nostra vita e venendo battezzati, noi diveniamo figli di Dio e chiamiamo Dio “nostro padre”, come Gesù ci ha insegnato. Questo determina anche il modo in cui comprendiamo ed incontriamo Dio. Secondo la nostra convinzione, il modo migliore per descrivere Dio è quello di dire: Dio è l’amore.
Gesù di Nazareth morì innocente una morte violenta di una persona senza diritti tramite la crocefissione. In questo modo divenne evidente tutta la colpa di cui sono capaci gli esseri umani. E così noi diciamo: Dio ha preso in Gesù Cristo la nostra colpa su di sé.
Noi crediamo che Gesù sia risorto dopo la sua morte. In questo modo egli ha tolto simbolicamente ed effettivamente alla morte come contraddizione alla vita la sua potenza. Allo stesso modo ha tolto al peccato degli esseri umani come loro destino la forza. E così noi crediamo anche alla risurrezione dei morti, dato che siamo convinti che la vita, che Dio ci dona e che alla fine della nostra vita terrena ci riprende con sé, sia più grande del tempo che noi riusciamo a comprendere e valutare.
Gesù, il risorto, ha incontrato le persone che lo conoscevano. Attraverso questa potente esperienza iniziarono a predicare la gioiosa ambasciata (o, più familiare: il lieto messaggio / la buona novella/notizia) di Gesù Cristo e fondarono a questo scopo delle comunità.
 
Crediamo nella giustizia di Dio che, se non giudica oggi, giudicherà comunque alla fine di tutti i tempi, sulla giustizia e sull’ingiustizia che è stata compiuta, viene compiuta e verrà compiuta in questo mondo. Siamo convinti che la giustizia di Dio è così grande e onnicomprendente che sarà in grado di ag-giustare un giorno tutto ciò che è opposto a essa. Il come di questo ag-giustamento lo lasciamo con fiducia e Dio e confidiamo anche in questo punto nel Suo amore, nel Suo perdono e nella Sua misericordia.
 
3) Crediamo nello Spirito Santo di Dio; attraverso la sua forza, Dio agisce in modo sempre nuovo e diverso tra gli esseri umani e nella chiesa. Egli fa sì che gli esseri umani si amano tra di loro, che riescono a riconciliarsi, che si impegnano a favore della solidarietà e delle giustizia e sperimentano comunione oltre i confini di lingua, genere sessuato, etnia ed età.
Come persone che sono chiamate dal Signore Gesù Cristo, ci riuniamo come chiesa nella fede che Dio agisce per mezzo del Suo Spirito in mezzo a noi in tutto il nostro fare e omettere, quando noi poniamo la nostra fiducia in Lui. Solo così nasce e cresce chiesa secondo il mandato di Gesù, per il bene degli esseri umani e del mondo.
 
Crediamo che la chiesa (non solo la nostra!) sia e debba essere il luogo in cui la Parola di Dio venga predicata con responsabilità e in libertà, e in cui cerchiamo di essere comunità sotto i due sacramenti del Battesimo e della Santa Cena.
Siamo convinti che sia nostro compito essere chiesa nel tempo presente e a favore degli esseri umani del tempo presente. Questo avviene nella consapevolezza che noi non siamo mai privi di colpa e di errori e che davanti a noi abbiamo sempre un futuro nel quale l’Iddio giusto, misericordioso e pronto al perdono ci accompagni e ci rafforzi per mezzo del Suo Spirito Santo.
In tutto ciò attingiamo alla fede nel nostro Signor Gesù Cristo che è diventato nostro fratello, alla Speranza nel suo supporto e all’amore che egli ci insegna e che ci collega con tutti gli esseri umani.

Le affermazioni sopra riportate si radicano, nella nostra comunità protestante, solamente sulla Sacra Scrittura dell’Antico e del Nuovo Testamento. Nella sua interpretazione ci basiamo sulle confessioni di fede più importanti della chiesa cristiana del primo millennio e sugli scritti confessionali centrali delle chiese luterane e riformate nel ‘500, scritti che sono stati influenzati soprattutto da Martin Lutero, Ulrico Zwingli, Filippo Melantone e Giovanni Calvino. Confrontati con le domande e le sfide del nostro tempo d’oggi, continuiamo la loro strada.
 
Il credo apostolico:
Credo in Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra.

E in Gesù Cristo, suo Figlio unigenito, Signore nostro,
il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria vergine,
patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto.
Discese nel soggiorno dei morti, il terzo giorno risuscitò,
salì al cielo, siede alla destra di Dio, Padre onnipotente.
Di là verrà per giudicare i vivi e i morti.

Credo nello Spirito Santo, la santa chiesa universale,
la comunione dei santi, la risurrezione dei corpi e la vita eterna.  AMEN. postquote close
In che cosa crediamoIn che cosa crediamoIn che cosa crediamoIn che cosa crediamo
Chiesa Cristiana Protestante in Milano Membro della Chiesa Evangelica Luterana in Italia Schweizerischer Evangelischer Kirchenbund

La nostra comunità unisce cristiani luterani e riformati di lingua tedesca ed italiana, prevalentemente provenienti dalla Germania, Svizzera e dall'Italia.